Sunday Resort

La torre di Prosforio

Il simbolo di Ouranoupoli, l’ultima cartolina che ognuno imbarca sulla nave per il Monte Athos porta con sé, sembra esistere lì dal XII secolo ed è la torre più grande e meglio conservata di Calcidica.

Il complesso è costituito dalla torre bizantina, dal piccolo cortile fortificato chiamato “barbakas” e dagli “arsanas” (porto) del 1865.

Apparteneva alla dipendenza di Prosforion (oggi Ouranoupoli) il cui nucleo originario apparteneva già al monastero di Vatopediou nel 1018. Informazioni disperse su ciò che è accaduto all’edificio sono state reperite da fonti, poiché gli scavi non sono ancora terminati.

È noto che nel 1379 fu ospitato qui il despota di Salonicco di nome Giovanni Paleologo, che in seguito a un terremoto nel 1585 subì gravi danni e che nel 1858 fu abbandonato – un quadro comunemente visto a quel tempo in Calcidica.

Inoltre, fu probabilmente bruciato nel 1821, dal momento che ci sono testimonianze che nel 1858 era in una condizione terribile e abbandonato. La sua forma attuale proveniva dalla vasta riparazione e ricostruzione che seguì.

Nel 1924, dopo lo scambio di popolazione, i rifugi dall’Asia Minore si stabilirono nelle dipendenze e fondarono Ouranoupoli. Diverse case sono state costruite nel tempo e si sono gradualmente unite al set di edifici. Nel 1928, la coppia Joice e Sydney Loch arrivarono come membri di gruppi umanitari. Si stabilirono nella torre e offrirono un aiuto essenziale ai rifugi e alle vittime del terremoto del 1932.

Prenotazione

Check for availability